Le 3 cose fondamentali che dovresti sapere per scegliere un giradischi

Home >> Le 3 cose fondamentali che dovresti sapere per scegliere un giradischi

 

 

le 3 cose fondamentali da sapere per scegliere un giradischi

Ciao! sono Alessio di Musicmaniac e in questo articolo scoprirai quali sono le 3 cose da sapere per scegliere un giradischi. Vedremo assieme quali sono le possibilità e quello che meglio risponde alle tue esigenze.

Parleremo di giradischi, fonovalige (giradischi a valigetta) e impianti professionali. Ti spiegherò qual è la differenza in modo semplice e perché dovresti orientarti su uno piuttosto che l’altro.

Sei pronto? Si comincia!

 

In un mondo sempre più intangibile perso negli spazi digitali, si sta tornando all’esigenza di avere qualcosa di fisico in mano, un’oggetto da toccare, annusare e da osservare,.

Per questo motivo il mercato dei vinili e con loro quello dei giradischi sta avendo un grande ritorno!

Tutto bello mi dirai, ma come faccio a scegliere un giradischi senza sbagliare clamorosamente acquisto?

 

Io stesso mi sono fatto questa domanda giunto al momento di scegliere il mio primo giradischi, il problema è la quantità di modelli, tipologie, marche a disposizione sul mercato!

 

Roba da perderci una settimana a leggere tutto!

 

Come ho risolto? spendendo settimane per leggere tutto e sbagliando pure in diversi casi 🙂

Ma proprio per questo ho capito quali sono le basi per fare un’acquisto sensato.

Ora voglio darti 3 fondamenti che ho individuato per poter scegliere il tuo giradischi!

 

Partiamo subito.

 

1. Quanto spazio hai a disposizione?

 

Forse non ti aspettavi che il primo concetto fosse proprio questo? In verità ti dico, lo spazio a disposizione è la cosa principale che dovresti valutare!

Il motivo è che diversi tipi di giradischi necessitano diverse quantità di spazio: questo ti lega molto nella possibilità di scelta!

Mi spiego meglio:

  • Molto spazio: hai buona parte di una stanza da dedicare all’ascolto dei vinili, in questo caso puoi scegliere tranquillamente un’ impianto completo con giradischi, amplificatore e casse esterne (non preoccuparti ne parleremo dopo)
  • Poco spazio: hai una mensola, un mobiletto o un tavolino a disposizione, in questo caso dovresti orientarti su un giradischi a valigetta, chiamato anche fonovaligia. Questi giradischi non hanno necessita di grande spazio perché tutto ciò che serve è contenuto nella valigetta stessa.

 

– esempio di impianto

2. Cosa mi aspetto dal giradischi?

 

Bene, sappiamo quale tipologia scegliere in base allo spazio che abbiamo a disposizione. Ora chiediamoci: Cosa mi aspetto dal mio giradischi?

Intanto capiamo che differenze ci sono tra le due maggiori tipologie:

 

Differenze tra Giradischi da impianto e Fonovaligia

 

  • Il giradischi da inserire in impianto è il primo tassello della catena che porta ad ascoltare il vinile, infatti in genere è seguito da un pre-amp e/o un’amplificatore e una coppia di casse.

Questo sistema è sicuramente il più professionale permette un’ascolto del vinile che può arrivare a livelli di qualità maniacale!

In compenso necessità di una buona base in materia “audio” e acustica degli ambienti per poter fare le scelte giuste, questo comporta che se non si possiedono tali conoscenze occorre mettersi di impegno e studiare prima di avventurarsi nell’assemblaggio di un impianto 🙂

Come potrai immaginare è una soluzione costosa (ma parleremo dopo di budget) per questo motivo è consigliata per chi vuole fare le cose veramente sul serio e vuole trarre il massimo dal proprio ascolto.

  • Il giradischi a valigetta chiamato anche fonovaligia è un giradischi che potremmo definire “autosufficiente” in quanto nella valigetta stessa sono integrati amplificatore e casse.
    Questa tipologia è sicuramente più pratica rispetto all’impianto, non necessità di particolari conoscenze, non serve molto spazio ed è economica.
    In base ai modelli la qualità audio può rivelarsi soddisfacente, ma ovviamente non si raggiungeranno livelli di perfezione di un impianto ben studiato.Certamente bisogna riconoscere i prodotti di qualità da quelli scadenti,

    Parleremo in modo più approfondito della questione tra poco

Dai un’occhiata a questa tabellina riassuntiva che ho fatto apposta per chiarirti le idee, da un sopra vedi quali sono le cose che potresti aspettarti e a sinistra in quale tipologia di giradischi potresti trovarle

 

Ora hai qualche informazione valida per individuare la tipologia di giradischi che fa al caso tuo in base allo spazio che hai a disposizione e alle caratteristiche che ti aspetti dal tuo acquisto, Giusto? 🙂

Cosa manca? Bè sicuramente una cosa fondamentale per chiunque voglia acquistare qualcosa:

3. Quanto vuoi spendere?

 

Parliamo ora di questo ostico argomento: Il prezzo.

Ovvero: “quanto arrivo a spendere per un’impianto e quanto per una fonovaligia?”

Come detto prima il tutto è in funzione di cosa ci aspettiamo dal nostro giradischi. Ma voglio aiutarti a capire di che cifre si parla per le due tipologie.

 

Facciamo due conti 🙂

Parlando di un giradischi con impianto Hi-fi (significa alta fedeltà) abbiamo:

  • Giradischi: prezzo consigliato tra i 300 e i 500 euro
  • Pre-Amp: prezzo consigliato 200 euro
  • Amplificatore: prezzo consigliato tra i 400 e i 500 euro
  • Casse passive: prezzo consigliato tra i 300 e i 500 euro

Per un totale medio di 1450-1500 euro 

Parliamo ora delle fonovalige:

Come abbiamo detto le fonovalige non hanno bisogno di spese aggiuntive quindi:

  • Fonovaligia: prezzo consigliato non meno di 120 euro
    Perchè ti ho detto questa cifra?

Perchè in questo modo puoi scartare tutti quei prodotti low-cost che ti sconsiglio vivamente di prendere in considerazione.

Puoi farti un’idea di cosa parlo facendo una rapida ricerca su Amazon, troverai un’infinità di prodotti a prezzi molto bassi (a partire da 49.90 euro, ecc)

Questi prodotti possono sembrare invitanti, ma lasciatelo dire:

il detto – “paghi per la qualità che stai acquistando” – calza a pennello.

Spesso si tratta di fonovalige che puntano tutto su un’estetica vintage dando in effetti poco altro di apprezzabile se non l’aspetto.

Certo possono fare al caso tuo se sei alle prime armi e cerchi un giradischi per capire come funziona senza troppe pretese o se cerchi un oggetto da arredamento.

Ti ripeto: Cosa ti aspetti dal tuo giradischi?

 

E allora che fare?

Da un parte si prospettano spese alte e dall’altra una difficile ricerca sugli e-commerce più famosi e il rischio di comprare un giocattolo.

 

Veniamo allora alla conclusione e permettimi di darti quella che, secondo il mio parere, è la soluzione più interessante:

 

Come il Vintage (revisionato) può salvarti il conto in banca

Abbiamo parlato giusto poco fa di fonovalige che imitano il design vintage, lo imitano perchè lo stile vintage è meraviglioso e può dare uno splendido tocco retrò alla tua casa.

Ma allora perché non orientarsi sui veri giradischi vintage? 

Non ti sto parlando del giradischi preso al mercatino dell’usato sotto casa, stiamo parlando di vintage revisionato, cioè controllato da tecnici specializzati che garantiscono il funzionamento al 100%.

In questa ottica puoi trovare prodotti di alto valore a prezzi molto interessanti, in più sono oggetti piuttosto rari che aumentano il proprio valore nel tempo ma sopratutto:

sono oggetti che hanno da raccontare una storia

Potresti trovare interi impianti già assemblati alla metà del prezzo che pagheresti

Oppure fonovalige valvolari top di gamma negli anni ’60, dal suono caldo e avvolgente a cifre abbordabili come 100 euro.

Ti dirò di più:

Credo che se la tua intenzione sia ascoltare vinili vintage la soluzione più coerente sia ascoltarli su un giradischi vintage per mantenere l’originalità delle atmosfere.

 

Conclusione: scegli con la testa ma anche con il cuore

Siamo arrivati alla fine di questa guida in cui ho cercato di darti quelle che reputo le basi per la ricerca consapevole di un giradischi

Comincia facendoti le 3 domande:

  • Quanto spazio ho?
  • Cosa mi aspetto dal giradischi?
  • Quanto voglio spendere?

– Se cerchi un suono preciso, cristallino: comincia a cercare i componenti del tuo impianto : Giradischi – amplificatore – casse passive

– Se cerchi maneggevolezza, semplicità di utilizzo, design e economicità : orientati su una fonovaligia

A proposito di semplicità di utilizzo, dai un’occhiata a questa guida definitiva per utilizzare un giradischi 🙂

In entrambi i casi prendi in considerazione il vintage revisionato, può seriamente farti risparmiare molto denaro e ti permette di avere un oggetto di carattere che aumenta di valore nel tempo 🙂

In via definitiva quando hai capito cosa ti serve – e spero vivamente di averti dato una mano con questo articoloscegli l’oggetto che ti ha fatto innamorare quando lo hai visto, quello che ti ha fatto pensare “è lui!” e vedrai che non te ne pentirai!

I giradischi sono oggetti dal grande fascino e spero che tu possa trovare il tuo molto presto!

 

Ti ringrazio per aver letto il mio articolo! Se ti è piaciuto di chiedo ti condividerlo ( trovi i tasti qui sotto) per te è niente ma per me è motivo di grande soddisfazione!

 

Se non vuoi perdere i nuovi articoli iscriviti alla nostra newsletter!

 

Alla prossima!

 

Alessio – Team Musicmaniac

CONDIVIDI L'ARTICOLO :)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.